Giro Italia Under 23, il veneto Giovanni Lonardi vince la prima tappa

Vittoria allo sprint per Giovanni Lonardi (Zalf Euromobil Désirée Fior), maglia Rosa Enel al belga Jasper Philipsen (Hagens Berman Axeon). Questo il verdetto della 1° tappa del Giro d’Italia Giovani Under 23, Riccione-Forlì di 137,7 km. Epilogo in volata per la 1° tappa della più importante e prestigiosa corsa a tappe per Under 23. Bravo Lonardi a crederci fino alla linea del traguardo, superando al fotofinish il belga Gerben Thijssen (Lotto Soudal), che aveva già alzato le braccia per festeggiare il successo.

Il vincitore Giovanni Lonardi: “Il Giro d’Italia Under 23 è l’obiettivo dell’anno, ci tenevo molto a vincere una tappa. Ora guardo con fiducia all’arrivo di Mornico al Serio, ma questo bel successo ci consente di andare avanti con serenità”. Per il 21enne veneto, nato il 9 novembre 1996, si tratta del quinto successo stagionale, definito “il più importante”.

La nuova maglia Rosa Enel Jasper Philipsen, belga che corre per la statunitense Hagens Berman Axeon, team diretto da Axel Merckx: “Sono orgoglioso di indossare questa maglia. Il Giro d’Italia Under 23 è una delle più importanti corse al mondo per questa categoria”. Philipsen non è nuovo del Giro d’Italia U23 e aveva già ricordi legati a Forlì: nel 2017 aveva vinto la quarta tappa, partita proprio da Forlì, vincendo allo sprint sul traguardo di Gabicce Mare.

LA CRONACA – C'è grande curiosità e interesse attorno al 41° Giro d'Italia Giovani Under 23 Enel. Al raduno di partenza in piazzale Ceccarini a Riccione tanti volti noti del ciclismo, tra i quali anche Paolo Bettini, Ivan Basso e Andrea Noè. Il via ufficiale alle 12.30, l'andatura è da subito elevata e dopo 15 km si avvantaggiano Marco Landi (Petroli Firenze Hopplà Maserati) e Alex Colman (Lotto Soudal), maglia azzurra GLS dopo il prologo di ieri. Ai due si aggiungono presto Edoardo Francesco Faresin (Zalf Euromobil Désirée Fior), Samuele Zoccarato (General Store Bottoli) e Florian Maitre (Vendée U Pays de la Loire). I cinque raggiungono un vantaggio massimo di 4'50" al km 82; margine che scende a 3' al passaggio al GPM di Bertinoro (nell'ordine Faresin, Landi e Maitre). Al passaggio all'intergiro passa per primo Alex Colman, che consolida la propria leadership nella speciale classifica mantenendo la maglia azzurra GLS.

Al secondo GPM (Rocca delle Caminate) passano Landi, Faresin e Zoccarato, con quest’ultimo che allunga in discesa, mentre Landi e Faresin vengono ripresi da Stannard (Mitchelton-BikeExchange) e 36 Sean Bennet (Hagens Berman Axeon). I cinque formano poi un drappello che viene ripreso dal gruppo a 3 km dal traguardo. Volata di gruppo, Gerben Thijssen (Lotto Soudal) alza le mani, ma sul pavé Giovanni Lonardi (Zalf Euromobil Désirée Fior) è lesto ad approfittarne e ottiene la sua quinta vittoria stagionale.

Ordine d’arrivo:
1) Giovanni Lonardi (Zalf Euromobil Désirée Fior) 137,7 km in 3h21’11” alla media di 41,067 km/h
2) Gerben Thijssen (Lotto Soudal)
3) Jasper Philipsen (Hagens Berman Axeon)
4) Alberto Dainese (Zalf Euromobil Désirée Fior)
5) Samuele Zambelli (Iseo Serrature Rime)
6) Matteo Moschetti (Polartec-Kometa)
7) Moreno Marchetti (Petroli Firenze Hopplà Maserati)
8) Grigoriy Shtein (Team Astana City)
9) Nicolas Dalla Valle (Team Colpack)
10) Julian Martens (Lotto Soudal)

PhotoCredits: Foto Isolapress



Tag: Giro Italia Under 23, veneto, Giovanni Lonardi, vince, la prima tappa